App per tenere i conti: Moneylover

1
357
app per tenere i conti

Quante volte ti sarà capitato di arrivare a fine mese e di non sapere dove sono finiti i soldi che hai preso con lo stipendio? Quante volte ti sei detto di voler tenere il conto così da capire davvero come impieghi le tue finanze? In genere si fa così: si compra un blocco note o un taccuino e si iniziano ad appuntare tutte le varie spese che si fanno: ma può davvero funzionare questo metodo? In genere si desiste o ci si dimentica di appuntare qualche spese nel giro di poco e così crolla in pochissimo tempo tutta la volontà di tenere sotto controllo la propria liquidità. Il rimedio? Finalmente non dovrai più avere questi problemi perché ci sono delle app per tenere i conti delle spese che si fanno. Vediamo allora quali sono le più utilizzate, gratuite e non e come poterle sfruttare al meglio per riuscire a risparmiare qualcosina a fine mese.

App per tenere i conti: “Money lover”

Già il nome dice tutto “Money lover“, amante dei soldi, di uno che ci sta attento e che non perde nemmeno un centesimo di quello che ha, meglio parlare di un “risparmiatore” e non di un tirchio! Detto ciò, l’app è scaricabile sia per smartphone che supportano android, che per iPhone con iOS ed è presente in una doppia versione: una gratuita ed una a pagamento, premium, al costo di 3 euro al mese, ma già la versione free presenta tutte le features necessarie per tenere il conto delle proprie finanze. Si può scaricare direttamente dal play store o dall’app store. Una volta installata come prima cosa bisognerà specificare la liquidità del proprio portafoglio. Si possono creare più “portafogli” ognuno dei quali corrisponde ad un conto specifico. Se ad esempio o sia il portafoglio tangibile, che 2 carte di credito, che un conto in banca, potrò creare più portafogli con queste assegnazioni. A cosa serve avere più portafogli? Nel momento in cui si spende, si può specificare se lo si fa dall’uno o dall’altro, ma tutti poi confluiscono in un conto totale. Qui salta fuori la versione premium, infatti con quest’ultima è possibile possedere più di 5 portafogli contemporaneamente.app per tenere i conti

Una volta inserita la liquidità a disposizione, basterà cliccare sul pulsante tondo con il “+” per specificare se ci sono state delle variazioni del reddito e quindi se c’è stata una spesa o un’entrata. In più, a seconda della tipologia di spesa si possono aggiungere delle note e specificare, attraverso delle icone flat davvero carine la tipologia di uscita: se ho messo benzina specificherò che certe spese sono state per il carburante, se ho pagato il “gas” specificherò la voce “bollette” e via dicendo. Stessa cosa vale per le entrate, se derivano da stipendio c’è un apposita icona e invece se derivano da un investimento si può selezionare anche quello. Una volta completato l’inserimento della corrispettiva uscita o entrata, basta salvare le impostazioni per vedere la variazione istantanea nel proprio portafogli e si potranno così tenere sotto controllo le proprie entrate grazie a questa strepitosa app per tenere i conti.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here