I libri di Kevin D. Mitnick, l’hacker più famoso del mondo

0
1413

Il più famoso hacker di tutti i tempi, Kevin D. Mitnick, attivo tra gli anni ’80 e ’90, i tempi d’oro dell’informatica quando tutto iniziava a viaggiare attraverso grovigli di cavi, ha scritto quelli che sono considerati dei must have della letteratura hacker.

Dopo aver letto i suoi libri sarete in grado di capire molto meglio quali sono i pericoli legati all’hacking, la fuga di informazioni, gli attacchi informatici sempre più presenti nei notiziari di tutto il mondo, tutto corredato da una cornice di fine millennio scorso che farà sorgere anche un po’ di nostalgia.

Kevin Mitnick
Kevin Mitnick

L'Arte dell'Inganno

Il principale tema de L’Arte dell’inganno è l’ingegneria sociale.

Scritto nel 2001 insieme al giornalista scientifico William Simon, è in grado di far capire anche ai meno informati cos’è la social engineering e come viene usata sia nella vita di tutti i giorni sia in modo professionale che per commettere crimini, non solo informatici.

Non viene trattato quindi l’hacking tecnico, tecnologico, ma si basa sulla consapevolezza che il punto debole principale in qualsiasi sistema di sicurezza è l’uomo, con la innata voglia di voler aiutare il prossimo o di sentirsi migliore ed utile.


L'Arte dell'Intrusione

« La sicurezza informatica è come un gioco continuo del gatto e del topo, con gli esperti di sicurezza da un lato e gli intrusi dall’altro »

Sequel de L’Arte dell’Inganno, in queste pagine Mitnick scrive di una serie di interviste condotte ad hacker che sono riusciti nelle intrusioni più estreme deli ultimi anni, storie vere che hanno causato più di qualche grattacapo alle autorità statunitensi. Dopo aver letto il volume precedente leggere anche questo sarà un “obbligo spontaneo”.


Il Fantasma nella Rete – Ghost in the Wires

Dopo ben due libri del genere finalmente Mitnick tirò fuori dalla penna anche l’autobiografia. Dalla nascita fino al culmine della sua carriera, terminando con l’arresto del 1995 a seguito di una spy story degna di un film, con polizia ed FBI sulle tracce dell’uomo che riuscì a spacciarsi praticamente per chiunque, irrintracciabile.

Ghost in the Wires
Ghost in the Wires

Si entra anche nel dettaglio di come le autorità man mano cercavano di rintracciarlo, di come si spostava da una città all’altra e anche della sua parte più umana, del rapporto con la madre e con alcuni suoi amici, passando da giornate estreme a tu per tu con server di grosse società a giorni d’ansia in preda alla fuga.


L’Arte dell’Invisibilità

Tornando sul filone dei primi due libri, The art of Invisibility va dritta al punto e tocca temi molto importanti e quanto mai più attuali del periodo moderno, come privacy e tracking online. Mitnick riesce a spiegare in modo tale da essere apprezzato sia dai neofiti sia dagli esperti del settore, ciò ha reso questo libro molto popolare nella cultura di chi lavora nella sicurezza informatica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here