Australia – Passa la legge anti crittografia

0
77
Australia
Australia

Il principale partito politico australiano ha raggiunto l’accordo per approvare la controversa legge anti crittografia.

Le aziende tecnologiche a livello mondiale sono sempre più preoccupate per l’approvazione della nuova legge Australiana anti crittografia, potrebbe creare un precedente ed essere copiata in altri stati. La questione sollevata dalle aziende è che non è possibile creare una backdoop utilizzabile solo ed esclusivamente dal governo austrliano, creando così un problema di sicurezza di proporzioni importanti che metterebbe a rischio la privacy e la vulnerabilità degli utenti.

Nonostante le fondate preoccupazioni, il governo ha proseguito con la crociata anti crittografia arrivando a minacciare le compagnie con multe fino a diversi milioni di dollari nel casi in cui non adempiano alle nuove regole.

In una lettera al parlamento australiano, il gigante tecnologico Apple ha sottolineato la preoccupazione per la privacy degli utenti, cercando di far capire come una forte crittografia è una delle poche cose che possono tenere al sicuro i cittadini dai criminali.

Nonostante le proteste relative alla privacy da utenti e grosse compagnie come Facebook, Apple e Google, la coalizione National Liberale ha raggiunto un accordo con gli opponenti del Labor Party per far passare la legge.

Il governo australiano ha dichiarato che non sta chiedendo alle compegnie di inserire apposite backdoor nei propri hardware e software, ma intanto lo scetticismo rimane. L’Australia Digital Industry Group, rappresentante anche di colossi come Twitter ed Amazon, ha dichiarato come tale legge forza la creazione di vulnerabilità nei propri sistemi che potranno sicuramente essere sfruttate anche da malintenzionati ai danni degli utenti.

 

Fonte: Sky News

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here